Suppergiù, la sedia che diventa scaletta

Editor:

L’idea è quella di continuare con le abitudini quotidiane ma senza il rischio che queste abitudini comporta. Parliamo di salire su una sedia per prendere qualcosa che abbiamo riposto in alto, col rischio di cadere e farsi male. I designer Elena Albricci e Claudio Fiumicelli, fondatori di Studioventotto, hanno valutato l’offerta attuale di sedute-scaletta e hanno osservato che tutti i prodotti sul mercato sono accomunati dalla presenza di meccanismi (che ne alzano il costo) e da un’estetica fortemente influenzata dalla doppia funzione. Hanno dunque pensato a Suppergiù, un prodotto che potesse costare come una normale sedia in legno che con rapidità passasse da una funzione. Il risultato è una sedia apparentemente simile a tutte le altre ma con alcune differenze fondamentali che con poche semplici mosse la trasformano in una pratica e sicura scaletta. Suppergiù è realizzata in legno e metallo e attualmente è un prototipo realizzato da Artelegnolab. www.studioventotto.com www.artelegnolab.it

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.