DAILY FICTION, GLI OGGETTI DA CARTOLERIA SECONDO NORMANN COPENHAGEN

Editor:

Una squisita collezione di oggetti quotidiani per gli appassionati di cartoleria: dai notebook, alle confezioni regalo, adesivi, temperamatite, forbici, e chi più ne ha più ne metta!

Così la nota azienda Normann Copenhagen , in collaborazione con lo studio di design Femme Regionales, reinterpreta i piccoli oggetti che ci accompagnano durante le giornate lavorative.

Con Daily Fiction, la nostra fredda e monotona scrivania si anima con tantissimi colori, modelli e materiali con ben 200 articoli.

La collezione nasce dalle nuove tendenze della moda, dell’arte e del design che sempre più entrano nella vita di tutti i giorni, incoraggiando a mostrare la propria creatività, e lasciandosi andare al gioco e alla creazione di storie. Perché anche quaderni, matite e piccoli dettagli possono raccontare un proprio stato e la propria personalità.

Le texture utilizzate sono ipnotizzanti: si passa dalle strisce, all’effetto marmo, al tessuto, alle miscele di lucido, glossy e opaco. Sono presenti anche colori monocromatici, impreziositi da piccoli dettagli metallici.

“Il diavolo è nei dettagli!” Sì, perché ogni oggetto ha una propria anima, e anche da solo riesce a valorizzarsi. Insomma, le due aziende hanno fatto sul serio.

Daily Fiction è come un negozio di caramelle, che fa venir voglia di avere tutto ciò che si vede e capace di soddisfare tutti i gusti. Perfetta per chi si vuole distinguere, senza passare inosservato.

Entro l’estate 2016, Daily Fiction sarà disponibile in tutto il mondo e acquistabile in negozi selezionati a Antwerpen, Barcellona, ​​Berlino, Bruxelles, Copenaghen, Düsseldorf, Amburgo, Helsinki, Hong Kong, Parigi, Seoul, Shanghai, Tokyo e altri.

www.normann-copenhagen.com

Chiara Gattuso

Chiara Gattuso

Chiara Gattuso vive a Milano, ma porta nel suo cuore il calore della sua Palermo. Specializzata in Storia dell’Arte e laureata in Disegno Industriale a Palermo e in Design del Prodotto per l’innovazione al Politecnico di Milano, si occupa soprattutto di giovani designer.

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.