Un appartamento a Berlino di fine ‘800 che riporta in vita il fascino degli storici Altbau della capitale tedesca.

Design d’autore, arte contemporanea, collezioni di libri, film e vinili, un enorme guardaroba che sembra appena uscito da un negozio di alta moda. È un vero viaggio nella storia e nella cultura questo appartamento a Berlino disegnato dall’architetto e interior designer Agi Kuczyńska di TAKK Studio. Un’eclettica abitazione di fine ‘800 situata in uno dei quartieri più eleganti e cosmopoliti della capitale tedesca: Charlottenburg.

Innamorati dei vecchi edifici berlinesi (i cosiddetti Altbau), i proprietari dell’appartamento, entrambi originari della Corea del Sud, hanno colto al volo l’opportunità, riacquistando uno degli appartamenti dalla società che ha ristrutturato questo edificio del 1893. Una grande casa di 280 metri quadri in cui poter esprimere tutte le loro passioni (lei è una pittrice e collezionista di arte contemporanea, lui è un produttore musicale e collezionista di vinili e chitarre elettriche).

Un progetto rispettoso della storia

A guidare il design degli interni è stato un profondo rispetto della storia. Per questo sono state necessarie delle modifiche che ripristinassero il carattere originario dell’appartamento, in parte compromesso dal precedente intervento di ristrutturazione. Nonostante siano rimasti soltanto i vecchi pavimenti in parquet e gli stucchi nella camera da letto, l’architetto è riuscito infatti a ricreare le atmosfere di un Altbau.

Il cuore della casa è l’ampio e luminoso soggiorno, aperto sulla cucina collegata alla sala da pranzo e alla sala della musica. Protagonisti del living sono le celebri serigrafie di Andy Warhol che ritraggono Marilyn Monroe e il divano Camaleonda di B&B Italia disegnato da Mario Bellini. Mentre un lampadario bianco vintage in vetro di Murano dà al soggiorno un tocco eclettico.

Nella parte del soggiorno che conduce alla cucina, Agi Kuczyńska ha disegnato una libreria su misura che accoglie album d’arte contemporanea e una collezione di film. La cucina in stile minimalista è arredata con mobili su misura dell’azienda tedesca SieMatic.

Tra arte, musica e moda

Su richiesta del proprietario è stata ricavata nell’appartamento anche una sala della musica, dove dietro armadietti su misura si nascondono migliaia di dischi in vinile. Mentre l’incasso sotto la finestra ospita diffusori di alta qualità per gli audiofili più esigenti. Ad arredare la stanza, le sedie Capitol Complex di Cassina disegnate da Pierre Jeanneret e il lampadario in paglia di Vienna Screen XXL.

Altro punto focale del progetto è il guardaroba, che è stato disegnato per il numero esatto di abiti, scarpe e borse della pittrice, grande amante della moda contemporanea. Un ambiente quasi museale illuminato da un lampadario vintage del maestro italiano Carlo Scarpa.

Dal guardaroba si accede quindi al bagno privato, anch’esso ridisegnato. Un bagno spazioso e soleggiato, arredato con soluzioni su misura dalle calde tonalità cioccolato. Invece, il bagno degli ospiti è scaldato da sanitari gialli e da una lampada rivestita con una carta da parati Gucci disegnata su misura.

Per finire, la camera da letto, unica stanza in cui sono esposte le opere della proprietaria. Qui a dominare lo spazio sono il letto matrimoniale Tufty-Bed di B&B Italia, un armadio su misura e tavoli in travertino disegnati sempre su misura.

Altre due stanze sono ancora in fase di progettazione.

Author

Una laurea in Lettere Moderne e un amore sconfinato per il design. Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento.

1 Comment

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.