Alessi in Love: Intervista a Laura Polinoro

Editor:

Incontro Laura Polinoro nella “Digital Accademia”, una delle tante sedi della H-Farm di Roncade sparse in una splendida campagna della marca trevigiana, sulle rive del fiume Sile. I giovani designer sono già tutti arrivati. Chi da Los Angeles, chi da Tokyo, chi dal Messico e chi dalla Colombia. Fortunatamente (penso io) ce ne sono anche tre italiani. Anzi: quattro, dato che due delle designer presenti hanno lavorato insieme. Essendo la selezione rigorosamente anonima e basata sulla qualità del progetto, tre italiani su otto non sono davvero male. Il mio grande amore per il nostro design trova una piccola rivincita, dopo tante (purtroppo meritate…) batoste subite.

Laura, che alla fine degli anni ’80, insieme ad Alessandro Mendini e ad Alberto Alessi ha fatto nascere l’Officina Alessi e che oggi è titolare dello Studio LPWK (Laura Polinoro Workshop), ha fatto dei laboratori creativi la sua professione. Scova, mette insieme e guida giovani creativi da tutto il mondo nella realizzazione di oggetti finalizzati alla produzione. E questa volta lo ha fatto con questi otto giovani designer, riuniti dopo un’incredibile selezione fra 1184 proposte di ben 778 partecipanti provenienti da 132 Paesi. Il merito di questa gigantesca “chiamata alle armi”, bisogna riconoscerlo, è di Desall, una giovane realtà indipendente (che orbita nella costellazione H-Farm) specializzata nel connettere le esigenze delle aziende con la creatività dei membri della loro immensa community. Seguo da debita distanza il Laboratorio “Alessi in Love” per non disturbare quella magica intesa con i designer che Laura ha saputo creare fin dal primo momento. Due giorni di lavori intensi, duri ma anche divertenti, inframmezzati da pause ristoratrici dove i designer si rilassano tra chiacchiere e “italian food”. Guardo Laura mentre, in inglese, in spagnolo e in italiano, accompagna gli otto designer nel trasformare i loro progetti in oggetti pronti per entrare nel mercato. Spetterà poi all’azienda (con la quale tutti si sono incontrati il terzo giorno del Workshop) dare una valutazione finale e decidere per un’eventuale messa in produzione.

La guardo da lontano ma riesco a strapparle la promessa di una breve intervista che, meglio di tante parole, riassume il suo pensiero, il senso di questo Workshop e le sensazioni riportate da questo intenso laboratorio. La incontro alla fine dei due giorni, stanca ma felice, davanti a uno schioppettante camino. È stata dura, ma ce l’abbiamo fatta, sembra dire dallo sguardo. E domani, tutti in Alessi! Ecco dunque un breve estratto della nostra intervista, suggello di un Workshop che a tutti resterà nel cuore.

www.laurapolinoro.com www.alessi.it http://desall.com

One thought on “Alessi in Love: Intervista a Laura Polinoro

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.