A Parigi una mostra di capolavori Baccarat

Editor:

Se avete in programma di andare a Parigi, non perdete la spettacolare mostra “Baccarat. La légende du cristal”, visitabile fino al 4 gennaio presso le Grandes Galeries du Petit Palais, architettura Art Nouveau eretta per l’Esposizione Universale del 1900.

La mostra, che rappresenta il culmine dei festeggiamenti per il 250° anniversario della Maison, presenta circa cinquecento capolavori di Baccarat, molti dei quali esposti per la prima volta, provenienti in massima parte dalla collezione privata della Manifattura, affiancati da prestigiosi prestiti arrivati dal Museo d’Orsay, dal Louvre, dal Museo delle Arti Decorative, dal Museo nazionale della Ceramica di Sèvres, dal Conservatorio Nazionale delle Arti e dei Mestieri, dal castello di Compiègne e dai musei di Nancy..

Tra pezzi storici presentati, il monumentale vaso “Negus”, il tavolo da toilette della duchessa di Berry e i vasi “Simon”, creati per l’Esposizione Universale del 1867 a Parigi. Al bicchiere Harcourt, commissionato dal re Luigi Filippo nel 1840, è dedicato uno spazio particolare, che ripercorre le tappe della sua storia leggendaria.

La mostra si conclude nella Galerie d’Honneur del Petit Palais rischiarata da una lunga serie di maestosi lampadari, il più monumentale dei quali risplende con le sue 250 luci.

In armonia con le architetture del Petit Palaisla mostra presenta le creazioni realizzate per le grandi esposizioni del periodo compreso tra il 1823 e il 1937, vetrine che valsero alla Manifattura una forte notorietà a livello internazionale, permettendole di attrarre le commissioni dei grandi del tempo, dai reali francesi allo zar Nicola II, da Roosevelt all’imperatore del Giappone, spesso in visita, con tutti gli onori, alle “esposizioni”.

 

www.baccarat-anniversary.com

www.petitpalais.paris.fr

 

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.