il tavolo “decostruito”

Editor:

Personalizzabile, innovativo e flessibile, Offset di Maxdesign esplora l’idea di un tavolo da lavoro inteso come un microsistema di elementi separati per ottenere un’elevata possibilità di combinazioni.

Presentato di recente in occasione del Salone del Mobile di Milano in un’ambientazione che ricorda che ricorda l’impalcatura temporanea di un backstage teatrale, Offset (design Thomas Alonso), è stato presentato come prodotto chiave dell’esposizione, con un’installazione dei elementi compositivi del tavolo, smontati, a fare da sfondo allo spazio espositivo e a ricordare l’estrema flessibilità del progetto.

Un oggetto di uso comune come un tavolo è stato così “decostruito” in una serie di elementi semplici, ai quali viene aggiunta, a seconda delle necessità, una serie di elementi funzionali. Al centro del progetto c’è una notevole semplicità tecnica: è una fessura infatti a definire l’area di lavoro separando il piano in due parti, e al tempo stesso è questa semplice caratteristica a permettere l’alloggiamento degli accessori alla struttura.

La semplicità tecnica, inoltre, si estende anche alla struttura con il profilo in alluminio potenzialmente compatibile sia con la gamba in alluminio, sia con quella in legno.

www.maxdesign.it

 

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.