Ikea Blog-In: la parola ai vincitori

Editor:

Dopo aver svelato in un post precedente i nomi di tutti i vincitori del premio “Ikea Blog-In, il primo contest per blogger che vivono e raccontano la casa”, abbiamo incontrato i sei vincitori (o meglio, le sei vincitrici) e ci siamo fatti raccontare qualcosa di sé della loro passione.

Abbiamo scoperto che dietro i loro blog, ai quali è andato l’unanime riconoscimento della giuria, ci sono storie e racconti diversi, persone più o meno giovani, di provenienze diverse, che studiano o che a volte fanno lavori che poco hanno a che fare con il mondo dell’arredamento; non professioniste della notizia, dunque, ma persone “semplici”, piene di entusiasmo, orgogliose proprio nido domestico, che spesso condividono con i propri affetti… Ma tutte sono animate da una straordinaria passione per la casa e dalla voglia di condividere questo amore con il resto del mondo. E quale strumento è meglio di un blog per fare ciò?

Abbiamo chiesto dunque alle protagoniste di raccontarsi in poche parole, iniziando da Valentina Raviolo, 39 anni, che vive in provincia di Genova con suo marito e suo figlio e lavora nel settore della consulenza ambientale. Il suo blog, Appunti di Casa, ha vinto il primo premio assoluto.

DS: Quando hai iniziato?

VR: Ho aperto il mio blog quattro anni fa per condividere la mia passione per l’arredamento e l’interior design e dar sfogo al mio lato più creativo. Lo considero il mio bloc-notes digitale, dove appunto le ispirazioni che più mi colpiscono sul mondo della casa.

DS: Cosa racconti sul tuo blog?

VR: Mi piace affiancare il racconto delle esperienze personali sul restyling (sempre in corso) di casa mia ad articoli dedicati alle mie scoperte in rete e alle nuove idee sull’arredo. Il tutto in chiave molto personale.

DS: Quale stile ti ispira maggiormente?

VR: Ho un debole per design scandinavo e il gusto nordico di vivere la casa. La mia visione ideale è un mix tra bianco e colori, tra il vintage e il design, tra il recupero e l’handmade.

La seconda blogger intervistata si chiama Simona Ortolan, “trentenne e qualcosa” (come si descrive lei) di Novara, ed è la vincitrice del premio speciale Ikea col suo Il Pampano design bimbi.

DS: Qual è i tuo lavoro?

SO: Sono architetto con la passione per il design e la progettazione di spazi per i bambini e mi divido tra progetti creativi, il mio blog e una montagna di stoffe e bottoni che danno vita alla mia linea di soft toys. Credo nel bello e nella sua educazione fin da bambini.

DS: Perché hai deciso di aprire un blog?

SO: Dopo la nascita di mia figlia, cercavo prodotti di design e giochi non scontati, belli e di qualità, come molte amiche mamme che mi chiedevano consigli.  Il blog è nato per raccogliere le migliori idee di design per bambini, ma parla anche di handmade, di luoghi “kids friendly”, di libri e creatività.

Il primo premio per l’originalità è stato assegnato alla giovane padovana Camilla Corradi, 26 anni,che si sta specializzando in design d’interni. È lei la fondatrice del blog La Tazzina blu.

DS: Due parole su di te e sul tuo blog…

CC: Sono da sempre una design-addicted! Mi piace raccogliere e conservare immagini d’interni per comporre quotidianamente il mio diario d’ispirazione. La tazzina blu è da tre anni la mia casa virtuale, in attesa di finire di ristrutturare quella vera, il mio archivio prezioso utile a definire il mio gusto giorno per giorno.

DS: Studi di interior design e blog di design: una passione a 360 gradi…

CC: Credo fermamente nel valore dell’abitazione come rifugio e specchio della persona che la abita, ed ora che sono in procinto di terminare gli studi all’Accademia di design d’Interni, sono impaziente di trasformare tutto questo in una professione.

DS: Hai uno stile preferito?

CC: In questo momento mi sento molto attratta da uno stile specifico, molto eclettico e fresco, composto da un mix ponderato di oggetti “cult” del design anni ’50, design contemporaneo ed elementi “budget-friendly” come quelli di Ikea.

Ad aggiudicarsi il primo premio per i contenuti, Alessia Forte, una blogger di origini pugliesi che vive a Bologna con il marito Sergio. Alessia ha fondato Interior Break.

DS: Descriviti in due parole.
AF:
Sono laureata in Lettere, amo l’arte e il cinema: negli ultimi anni ho lavorato nell’ambito della comunicazione. Da qualche anno il mio amore per le cose belle mi ha portato verso l’interior design.

DS: La miccia che ha acceso questa passione?

AF: Il desiderio di rendere caldo e personale il nostro nido. Da quel momento le riviste di arredamento hanno cominciato ad accumularsi nel mio studio e con loro è cresciuto il mio desiderio di conoscere sempre meglio questo mondo. Da qui nasce Interior Break. E da allora è una gioia continua. La gioia di dedicarmi al “150%” a ciò che amo!

Il premio “Design” è andato a una coppia di blogger milanesi: Marzia Malli e Arianna Battistessa, col loro Red Address:

DS: Come è nato Red Address?

MM+AB: Abbiamo voluto creare il nostro blog per condividere progetti, fotografie, passioni: da anni infatti  lavoriamo rispettivamente come fotografa e stylist nel campo delle riviste d’arredamento.

Da qualche anno abbiamo deciso di aprirci al mondo del web per avere un respiro internazionale e un contatto più diretto con chi ci segue e apprezza le nostre idee e suggerimenti.

DS: Il vostro stile?

MM+AB: Siamo sempre alla ricerca di novità e tendenze e ci ispiriamo spesso ai colori della natura, con una particolare attenzione al riciclo dei materiali e al fai da te. Il tutto, all’insegna della creatività.

“Last but not least” ecco My Washi Tape, il blog fondato dall’esuberante Anabella Blanco Acosta-Veronesi, una blogger di origine argentina che da anni vive e lavora in Italia.

“Sì, sono di origine Argentina. Ma vivo a Roma, città che amo con tutto il cuore e dove condivido i miei giorni, le illusioni e i progetti con Andrea, il mio amore, e i nostri figli Giulia e Tomy. Loro sono la mia ispirazione e danno senso alla mia vita.

My washi tape” è la mia finestra sul mondo. Un posto per condividere le mie idee, le emozioni, le ispirazioni”.

One thought on “Ikea Blog-In: la parola ai vincitori

  1. Anabella

    Grazie per questo bellissimo articolo, e per tutto il lavoro svolto con tanta passione nel Concorso Ikea “BLOG-IN”. Ma in verità questa avventura ancora deve iniziare….ci vediamo a Milano!!!
    que tengas un lindo dìa
    Anabella

    Reply

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *