Sarpi Bridge Oriental Design Week. Il design italiano va in Cina

Editor:

Dopo aver debuttato al fuorisalone di Milano nella centralissima zona di Chinatown, la Sarpi Bridge Oriental Design Week getta un ponte ancora più lungo, con una sponda in Italia e l’altra in Cina. A Macao, esattamente, dove si svolgerà nel mese di novembre l’International Design Show 2015.

Sarpi Bridge Oriental Design Week, nelle parole del Presidente dell’Associazione, è “la prima e unica Design Week in Europa che guarda all’Oriente, che intreccia collaborazioni che fanno della multiculturalità una forza per creare e sostenere un ponte di nuove opportunità, tra Oriente ed Occidente, tra città e città, tra paese e paese….”.

Proprio in nome di questo scambio tra le due culture millenarie, l’idea degli organizzatori è quella di proporre “ad oriente” un contenuto di design italiano di qualità, e per farlo ha selezionato un gruppo di giovani designer emergenti, in maggioranza italiani, che avranno l’opportunità di presentare (gratuitamente!) i loro prodotti.

Ecco i nomi dei designer che terranno alta la bandiera del nostro design a Macao.

Sono: Silvia Beccaria, Alexandra Alberta Chiolo, Alessandra Fagnani, Serena Fanara, Insectida+Isabel Toro, Sora Studio, MKS Architetti, Francesca Paolin, Carapace Design, Farwaste, Laboratorio frAme, Barbara Uderzo, Danesi Atelier+Jimu, Francesco Rossi/Night Created Design, Massimiliano Ravidà, Laura Calligari/Atelier Macramè, Andrea Meneghello/Fabbricasei, 3Sign, Henry&Co e Orange Fiber.

Sarpi Bridge Oriental Design Week aveva già avuto una precedente esperienza in Cina, realizzando il concept per la prima edizione dello Slow Food Festival di Pechino.

www.orientaldesignweek.it

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *