Primates, le scimmie secondo Elena Salmistraro

Editor:

Kandti, Mandrillus e Brazza sono le tre scimmie di Primates, la collezione di vasi e piatti in ceramica dell’eclettica e originale Elena Salmistraro.

La tradizione, il forte legame tra la scimmia e l’uomo, che conosce il mondo contemporaneo, conservando l’essenza e l’importanza dell’oggetto.

In epoca romana, infatti, tutti gli oggetti comunicano qualcosa, hanno una propria anima, evocano un ricordo, e non sono degli esseri inerti che vengono messi sulle diverse superfici.

Le scimmie sono lo specchio dell’uomo, non solo perché hanno caratterizzato tutta la sua evoluzione, ma è la forte somiglianza che affascina: il corpo, gli sguardi, i movimenti sono impressionanti e incantano chiunque rimanga solo un attimo a guardarli.

Tutto il progetto Primates racchiude i diversi significati, con l’obiettivo di invitare un animale così importante all’interno delle proprie case.

I vasi rappresentano il viso di tre maestose scimmie differenti, che si colora di dettagli e texture uniche, per una grande esplosione di energia.

La collezione Primates include anche una serie di piatti decorativi, dallo sfondo puro bianco che risalta le illustrazioni e gli schizzi della stessa designer.

Elena infine ci presenta tre personaggi differenti: abbiamo Mandrillus, il Mandrillo, appartenente alla famiglia dei cercopitecidi africani; Kandti, il Cercopithecus Kandti, appartenente alla famiglia dei cercopitecidi africani; e infine Brazza, il Cercopiteco di Brazza, appartenente alla famiglia dei cercopitecidi africani.

www.elenasalmistraro.com

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *