Macrocosmos, i personaggi onirici di Alessandro Zambelli

Editor:

Si chiama Macrocosmos il nuovo progetto artistico del designer Alessandro Zambelli. Un mondo, anzi, un “Macrocosmos” popolato di creature fantastiche. Personaggi che intrecciano con uno sguardo ironico il mondo umano con quello animale e vegetale.

Un omaggio di Alessandro Zambelli alla fantascienza e agli universi lontani e sconosciuti.

LEGGI L’INTERVISTA DI DESIGN STREET AD ALESSANDRO ZAMBELLI

I personaggi di Macrocosmos sono strani extraterrestri che, come in un immaginario onirico, sono atterrati sul nostro pianeta per osservarci nella vita quotidiana, protetti dalla loro immobile presenza.

I complementi d’arredo che compongono la famiglia di Microcosmos è fatta di creature colorate, oniriche, quasi surreali, disegnate e, realizzate interamente dal designer per il suo nuovo brand Alessandro Zambelli Edizioni. Una nuova sfida fatta di sperimentazioni creative di ogni genere, tutte in edizione limitata.

Ci racconta Alessandro: “Macrocosmos nasce da un desiderio del tutto personale, quello di rileggere in chiave contemporanea una particolare produzione che – fino a qualche decennio fa – ha caratterizzato il piccolo paese in cui vivo, ancora oggi conosciuto come il “paese dei balocchi” per la vastissima presenza di fabbriche di bambole e di giocattoli. Ho voluto così riscoprire quello stupore quasi irreale che da bambino provavo nel vedere cataste di casse di legno colme di porzioni di giocattoli da assemblare, reinterpretandolo attraverso il mio sguardo attuale: così è nata questa prima collezione di oggetti creati dall’assemblaggio di forme, colori e materiali diversi”.

Attualmente la collezione Macrocosmos comprende otto pezzi, vasi e contenitori, diversi per forma, colore e dimensione. Sono stati tuti creati con stampante 3D e impreziositi da dettagli in ergal colorato e ottone.

La collezione è acquistabile in anteprima all’interno dello shop online di LUISAVIAROMA.

ph: ©Mattia Maestri

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *