L’auto in cartone scelta da “Michelin”

Editor:

Portare il cartone nel mondo del design è di moda. Ma c’è chi lo usa in un modo tradizionale (e spesso discutibile) e chi in modo in maniera creativa e innovativa.

Uno di questi è il francese Thierry Dumaine, 53anni, insegnante e designer per passione, il quale ha progettato la sua nuovissima Car-D-board, l’auto in cartone. Avevamo già pubblicato una splendida bicicletta in cartone, ma a un’auto, sinceramente, non eravamo ancora preparati. E Thierry ci ha smentiti con questo suo progetto che è arrivato in finale al prestigioso concorso “Michelin Challenge Design 2013”.

Si tratta di una vettura minimalista: senza portiere (“per stare a contatto con la natura”, spiega il progettista…), senza cruscotto integrato, senza tetto rigido, in un solo colore, realizzata con materiali leggeri e, ovviamente, a basso costo.

Il telaio è realizzato in plastica riciclata mentre tutto il resto, sedili compresi, è in cartone riciclato. Grazie al peso inferiore ai 300 kg, il suo motore di 400 cm3 può raggiungere la velocità di 120 Km/h. Con un occhio all’ambiente, Thierry Dumaine ha pensato a un’auto ibrida che funziona a benzina, aria compressa e a energia elettrica; inoltre le sue ruote sono studiate come turbine in grado di generare energia eolica.

La struttura e il motore non sono i soli elementi d’innovazione. Car-D-Board, infatti, non ha un cruscotto integrato ma si guida attraverso il vostro iPad.

www.michelinchallengedesign.com

 

 

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *