La “ebike” firmata Smart

Editor:

Nasce “ebike”, la bicicletta elettrica del marchio Smart. Presentata all’ultima edizione del Salone dell’auto di Ginevra, arriva sul mercato in questi giorni, con il massimo della tecnologia e dell’innovazione nel settore ciclistico.

L’attuale produzione ciclistica per la città, soprattutto in ambito nazionale, risulta in genere poco adeguata alle esigenze reali del consumatore e scarsamente propensa all’innovazione. L’offerta è basata su concezioni e soluzioni alquanto tradizionali e tutto il settore ne risente in termini di qualità percepita, immagine e vendite.

Smart, il marchio del gruppo Mercedes delle forme di mobilità innovative per eccellenza non poteva, soprattutto di questi tempi, non affrontare un tema dalle crescenti potenzialità di mercato.

“ebike” è un buon esempio di approccio innovativo globale al prodotto, ogni dimensione tecnica, funzionale, estetica è stata ripensata da zero a partire dalle esigenze più aggiornate dell’utente. Lo dimostra anche solo l’attenzione posta nel prevedere e accogliere a bordo, dipostivi di servizio alla guida e soprattutto di infoteinment oggi così diffusi e, per molti, considerati inseparabili. Oltre a un display che fornisce dati di velocità, distanze e carica della batteria, può essere comodamente accolto frontalmente al manubrio, uno smartphone e sfruttarne tutte le funzioni – navigazione, informazione, comunicazione, intrattenimento – durante la guida. Ora in bici si va connessi e una presa Usb posta sotto la sella ne garantisce costantemente la ricarica.

Dal punto di vista del design, risulta pregevole la cura e la volontà posta nella riprogettazione di ogni componente meccanico, anzitutto a partire dal telaio con ben integrata la batteria, ai pedali e al gruppo trasmissione con cinghia in elastomero, silenziosa e senza manutenzione in luogo della classica catena metallica, al gruppo manubrio-canotto-forcella. Il motore elettrico da 250 watt posto nel mozzo posteriore entra in funzione come ausilio alla pedalata, pertanto il mezzo si definisce ibrido a trazione “umano-elettrica”. Si possono scegliere quattro livelli di spinta selezionata dall’utente mediante un comando posto sul manubrio e agire sul cambio ciclistico a tre marce. La batteria al litio da 423 Wh posta in modo da abbassare il baricentro del mezzo, recupera l’energia dal motore in fase di frenata e garantisce una autonomia di circa 100 km, la velocità massima è di 25 km/h secondo la normativa UE. Prezzo indicativo intorno ai 2900 euro.

Il progetto è tutto interno al gruppo Mercedes-Benz con particolare attenzione a declinare il nuovo prodotto in perfetto stile Smart, derivando coerentemente un’ampia gamma di accessori dedicati: casco, borse, portapacchi, ecc. La produzione si avvale della collaborazione del marchio tedesco GRACE, molto operativo nel settore ciclo-elettrico, con sede nei pressi di Berlino.

www.smart-milano.it

 

 

 

One thought on “La “ebike” firmata Smart

  1. marco forloni

    proprio un bel mezzo, il design applicato bene, come al solito a un prezzo non per tutti.

    Reply

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *