Border Table by Nendo. I tavolini che disegnano lo spazio

Editor:

Più che un prodotto vero è proprio, Border Table è una bella installazione che il grande studio giapponese Nendo ha creato per la mostra presso “Eye Of Gyre”, una galleria d’arte contemporanea di Omotesando, a Tokyo.

Nendo ha voluto cercare di mettersi in relazione con quegli spazi che solitamente vengono considerate “angoli morti”. Una collezione di tavoli “serpeggianti” che si insinuano negli spigoli, intorno alle colonne, ai gradini, agli angoli dei muri bianchi della galleria.

Così il designer ha pensato di trasformarli in spazi privilegiati creando degli elementi studiati appositamente per quella posizione. Come piccoli serpentelli, questi elementi che strisciano nella galleria sono formati da un corpo metallico a sezione quadrata di 5 mm di lato che sostiene un tavolino rotondo del diametro di 20 cm.

Camminando negli ambienti della Galleria, lo spettatore vedrà lo spazio segnato da questi moduli uno diverso dall’altro, i Border Table, che lo accompagnano per tutto il percorso.

Questi elementi, che sembrano essersi paralizzati nella loro posizione, oltre a restituire una loro dignità e una bellezza a degli spazi altrimenti sacrificati, servono come piani d’appoggio di servizio dove posare piccoli oggetti.

www.nendo.jp

Photos by Hiroshi Iwasaki, Masaya Yoshimura

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *