Stile industriale per la cucina Loft di Snaidero

Cucina Loft by Snaidero

Sempre attenta ai cambiamenti degli stili di vita e del design, Snaidero ha creato diverse soluzioni che interpretano al meglio le più recenti tendenze “urban” andando incontro ai gusti più metropolitani. Tra suggestioni vintage e atmosfere industriali, la cucina Loft (Design Marcon) fa parte della Collezione Sistema di Snaidero. Loft è una cucina in stile vai all’articolo

Lux di Snaidero. Leggera, luminosa e tecnologica

Lux, design Pietro Arosio, è la nuova cucina Snaidero che affianca linee rigorose ad una tecnicità evoluta. Pulizia. Una cucina che punta a ripensare i volumi “canonici” della cucina proponendo, una chiara divisione tra l’area allestita per cucinare e quella organizzata per contenere. Il volume della zona operativa si caratterizza per la sua leggerezza. I pensili vai all’articolo

OPERA: ARCHITETTURA IN CUCINA

Una presenza importante, che mostra con orgoglio il rigore dei propri volumi architettonici, caratterizza Opera, la nuova cucina disegnata da Michele Marcon Design per Snaidero. Una cucina pensata appositamente per uno stile di vita contemporaneo: è solida, pratica e, confortevole, ma soprattutto sa organizzare perfettamente gli spazi, mescolando tecnologia e funzionalità. Perché si sa: lo vai all’articolo

Aerodinamica come una barca (o un’auto)

La Collezione di sedute da esterni Bella, proposta dall’azienda inglese Gloster, è diversa da qualsiasi prodotto precedente. Merito del designer, Carsten Astheimer, un “fuoriclasse” che è stato a capo del team di progettazione di Pininfarina e di Brunswick Marine e che ha collaborato con aziende quali Alfa Romeo, Maserati, Sealine Yachts e Snaidero. Bella è vai all’articolo

Innovazione in cucina

Board, l’ultima cucina di Snaidero sviluppata con l’architetto Pietro Arosio, nasce da una riflessione dell’azienda sui cambiamenti nei modi di abitare delle giovani generazioni (che tendono a preferire soluzioni più accessibili, più facili da progettare, da personalizzare e da vivere) e al tempo stesso sull’evoluzione dell’edilizia abitativa contemporanea (sempre più orientata a offrire ambienti piccoli, vai all’articolo